Routesetting

Conoscere solo alcune nozioni di base sui principi di impostazione del percorso per l'arrampicata ti aiuterà a formare mosse specifiche, combinazioni di mosse, gruppi muscolari e tipi specifici di allenamento. Creare problemi al livello tecnico giusto per soddisfare le tue esigenze di allenamento richiede sia fisicamente che mentalmente, ma ti darà molta soddisfazione divertente e personale. L'impostazione del percorso sulla tua parete offre l'opportunità unica di mirare a specifiche esigenze di allenamento, che ti ripagheranno con enormi miglioramenti nell'abilità.

Scopo del percorso. Lo scopo potrebbe essere l'allenamento, ad esempio per migliorare la resistenza, o la forza o specifici gruppi muscolari, l'allenamento dell'equilibrio, un percorso di competizione o un divertimento generale per una grande varietà di popolazione. Decidi lo scopo all'inizio in modo da poterlo tenere a mente durante l'esposizione e la visualizzazione del percorso.

Prima di iniziare Impostazione del percorso. Posa la roccia che si arrampica sul pavimento. Assicurati di avere il tipo giusto di bulloni per il tipo di presa in arrampicata. Controlla le prese per crepe e scheggiature. Cerca crepe da stress attorno al foro del bullone e sul retro dove è liscia. Se trovi crepe o patatine, non usare la stiva. Una presa in arrampicata può diventare liscia o liscia da oli e accumuli di sporcizia all'interno della trama. Questo può essere facilmente risolto lavando la stiva. Utilizzare un detergente domestico e una spazzola morbida per la pulizia. Non usare una spazzola metallica o lana d'acciaio, questo potrebbe danneggiare la struttura della presa in arrampicata. Seguire le istruzioni di pulizia del produttore. Lo scopo della pulizia è quello di rimuovere il gesso, la gomma della scarpa e gli oli dalla trama della stiva. Risciacquare e asciugare per tutta la notte.

Impostazione generale della rotta. Decidi il concetto e lo scopo di base. È una via di forza? una via di resistenza? un percorso? Decidi il livello di difficoltà. Seleziona le prese della chiave e disponili sul pavimento. Inserire le viti nei fori dei bulloni dove si visualizzerà il percorso seguirà. Alcuni segnaposti usano il gesso per apporre un marchio sul muro vicino al foro del bullone, altri potrebbero usare del nastro colorato. Le pedane avvitano al pannello in qualsiasi posizione, quindi il gesso o il nastro sono utili per questo scopo. Sii creativo con varietà e allo stesso tempo imposti sequenze che funzionano come scopo di allenamento del percorso. È facile impantanarsi lavorando a una sequenza specifica in questa fase, ma cerca di evitarlo. Concentrati solo sulla definizione del concetto, il percorso generale e la sensazione del percorso. Successivamente iniziare a sostituire le viti con le prese di arrampicata. Inizialmente posizionare le prese di arrampicata "a mano", quindi tornare ai fiches del piede o alle prese del piede. Avrai l'opportunità di modificare ogni chip hold e foot più tardi. In questa fase è sufficiente afferrare rapidamente le prese sul muro. Salite lungo il percorso fino in cima. La rotta soddisfa lo scopo generale? Dividere la via di arrampicata in sezioni. Potresti voler usare una scala per arrivare alle sezioni per risparmiare energia. Prova una sequenza, poi lascia che l'assicurato ti tenga mentre esegui le regolazioni. Metti a punto le posizioni delle stive, l'angolo, la dimensione delle prese d'arrampicata. Ora, dopo che il percorso è a posto, zero in su sequenze e mosse chiave. Lavora ogni sezione e chiave come problemi separati mantenendo la rotta nel suo insieme allo stesso livello di difficoltà.

Qualità di una buona rotta

  1. Sicurezza. Le rotte dovrebbero consentire all'arrampicatore di cadere in sicurezza. In qualsiasi momento, se lo scalatore dovesse cadere, cosa succederebbe. Ci sarà un lungo pendolo? L'arrampicatore si "impacchetta" prima che la corda si tenga stretta (di solito a causa di una sporgenza o di una traversata in basso sul percorso).
  2. Anche difficoltà. Il livello di difficoltà dovrebbe essere circa lo stesso dall'inizio alla fine. Gli scalatori si stancheranno naturalmente mentre si arrampicano su un percorso lungo. Considera questo quando posizioni il punto cruciale vicino alla cima. La stessa sequenza di mosse che si possono fare all'inizio potrebbe non essere facile alla fine della salita. Va bene avere un passaggio chiave ma dovrebbe essere circa un mezzo grado più difficile rispetto al grado generale della salita.
  3. Creativo. Utilizzare le funzioni. Anche su una parete di compensato si possono usare caratteristiche come il bordo o lo scaffale. Attraversare qualsiasi caratteristica in un angelo, una breve scalata, una traversata o uno schema a zigzag può creare interesse.
  4. Sequenze. A volte vuoi che lo scalatore segua una sequenza specifica, in cui usare la mano sbagliata in una presa rende difficile o impossibile la prossima mossa. Detto questo, non analizzare oltre una sequenza. Ognuno è diverso e si arrampica diversamente. Permetti ai tuoi alpinisti di trovare soluzioni alternative.
  5. Varietà. Questo può essere ottenuto usando diversi tipi di stive, combinazioni di movimento come lay back, figura quattro, direzione del percorso, aggiunta di una breve traversata, uso separato di pedine. I percorsi divertenti sono pieni di varietà.
  6. Flusso artistico La capacità di progettare percorsi che fluiscono in modo naturale è un'arte sviluppata a tempo di prova. Presta attenzione a dove i tuoi piedi andrebbero naturalmente. Se non hai una presa vicino a quel punto, considera l'ipotesi di posizionare un piccolo chip per i piedi. Dove vogliono le tue mani andare naturalmente dopo aver fatto un ginocchio cadente? - o dove vanno le tue mani naturalmente dopo che ti sei girato e disteso? Metti la presa dove dovrebbe andare, dove ha senso. Sviluppa le tue abilità e la tua creatività artistica evitando le mosse dipendenti da altezza e altezza.
  7. Compagno. È utile lavorare con un altro instradatore per raggiungere un percorso con gli aspetti positivi elencati sopra. Due instradatori che lavorano insieme si completano a vicenda i talenti in un modo che produce idee creative e sequenze che non sarebbero state in grado di creare se si lavora individualmente... ed è più divertente. Utilizzare uno spotter a terra per le idee può anche essere utile. Un osservatore ha il vantaggio di essere abbastanza lontano dal muro per vedere la rotta nel suo complesso piuttosto che una serie di problemi.

Qualità di una cattiva strada

  1. Potenziale per infortunio. Fai attenzione a come usi le tasche con un dito, salti, dynos o l'altezza di un percorso di bouldering. L'arrampicata dovrebbe essere divertente - e non è divertente quando sei fuori per tutta la stagione a causa di un infortunio inutile. Ad esempio, posizionare le tasche con un dito lungo un tetto o un banco di prova verso il basso non è un'impostazione intelligente del percorso... Evita di sovraccaricare un gruppo muscolare o un tendine con una particolare mossa o sequenza. Invece, sii creativo e intelligente con i tuoi percorsi.
  2. Crux difficoltà troppo grande. Questa è una caratteristica "cattiva" comune. Il punto cruciale dovrebbe essere di circa mezzo grado superiore al resto della salita. Va bene avere più di un passaggio chiave, ma la difficoltà del passaggio chiave dovrebbe essere vicina al livello della salita nel suo complesso. Guarda le persone che scalano il tuo percorso. Se gli scalatori spesso cadono nello stesso punto, questo potrebbe essere un indicatore del tuo passaggio chiave per il grado del percorso. Un punto cruciale non lo è necessario per creare un buon percorso.
  3. Noioso. Soggettivo, ma solitamente una salita è noiosa perché molte delle mosse sono dello stesso tipo o troppo simili. Una facile salita può essere comunque divertente e interessante. Il grado di difficoltà non definisce una salita noiosa. Varia il tipo di mosse e varia la posizione relativa della mano e del piede.
  4. Crux all'ultimo movimento prima della fine del possesso. Questo è frustrante per l'arrampicatore! Se hai intenzione di mettere un passaggio chiave nel tuo percorso, mettilo nei due terzi più bassi della salita.
  5. Reachy. I neofiti delle piste tendono a rendere le scalate più difficili aumentando la portata. Non c'è bisogno di rendere un percorso raggiungibile. Le mosse di Reachy non sono necessarie per creare una scalata impegnativa. Un'alternativa può essere quella di posizionare due prese ad una distanza "estesa", ma tra di esse poggiano piccole stive - qualcosa che un scalatore più piccolo può essere in grado di usare efficacemente. Le persone arrivano in tutte le forme e dimensioni. Al contrario, una mossa particolare può favorire anche le persone corte. Posizionando le pedane e le maniglie ravvicinate verticalmente, puoi favorire gli scalatori più corti. Questo fa sì che il peso di una persona alta si appenda così lontano dal muro che potrebbe non essere possibile aggrapparsi a piccole stive, mentre una persona bassa può essere molto comoda.

©   1998   Tutti   diritti   riservati. Contatta    info@indoorclimbing.com Vedi   il   Disconoscimento   e   Politica Sulla Riservatezza
I servizi Google per Analytics e gli annunci raccolgono dati anonimi   visitatori   utilizzando   cookie.